Avatar
Perchè sono un bravo ragazzo?
Per tanti motivi: sono quello che veniva scelto per ultimo al calcetto, quello a cui rubavano la merenda, quello che veniva piantato per il migliore amico, quello che ti porta a casa sbronza senza palparti le tette, quello che quando ti si pianta il pc te lo mette a posto e non ti chiede una lira, quello a cui il capo rifila le sue rogne ed a cui ruba i suoi trionfi, quello col lavoro stabile, la camicia pulita e un tetto sulla testa. Sono quello lì, e forse è ora di trovare una cura.

World 8-4 

ilpessimista:

Ieri ho messo piede nel castello. L’ultimo castello. Qui dentro risiede l’ultimo dei miei mostri, il più terribile, il più feroce. Dopo di lui, forse, la principessa. E’ stato un lungo percorso da quando ho deciso di partire, un semplice idraulico di provincia che decide di salvare il mondo.

Ogni tanto torno a leggere questo post, e mi sembra sempre parli di me oggi, nonostante siano passati quasi due anni.
Riflettendoci: e se invece fosse la principessa che salva Mario da una piatta vita da idraulico, facendosi rapire, dandogli una causa per trasformarsi in eroe? Gli eroi forse sono la causa dell’eroismo, non i suoi attuatori.

… ne ho sganciate talmente tante in dieci minuti che se avesse preso appunti poteva aprire DioPorcoPedia.
Io quella volta che mi hanno perso la valigia

As manly as it gets.

madonnaliberaprofessionista:

ilpessimista:

Preservativi alla Lidl.
Spero proprio che funzionino perché se uno è talmente pirla da risparmiare qualche centesimo correndo un rischio di questo tipo non merita certo di perpetrare la sua stirpe.
Nemmeno per sbaglio.

Sono prodotti dalle stesse aziende che producono i marchi “blasonati”, con gli stessi macchinari, gli stessi materiali ed i medesimi test di controllo.

E’ un po’ il concetto di quando vedi i venditori abusivi per strada con le cinture tarocche… nessuno s’immagina il marocchino che fonde leghe metalliche sul fornello di casa, eppure a nessuno appare strano che abbia tutte quelle fibbie perfettamente identiche alle originali.

Sono poche le aziende che producono la stessa merce e non la rivendono in canali diversi…

madonnaliberaprofessionista l’hai presa sul personale? 😊

Preservativi alla Lidl.
Spero proprio che funzionino perché se uno è talmente pirla da risparmiare qualche centesimo correndo un rischio di questo tipo non merita certo di perpetrare la sua stirpe.
Nemmeno per sbaglio.

Dieci libri 

volevoessereunapizza:

Ringrazio hinnula, parsdestruens e principessa-del-pattame per avermi taggata nel gioco dei dieci libri che mi hanno segnato:

  1. L’isola di Arturo di Elsa Morante;
  2. Il fu Mattia Pascal di Pirandello;
  3. L’insostenibile leggerezza dell’essere di Kundera (le coincidenze che mi…
A me l’unico libro che abbia veramente segnato è stata la copia della divina commedia con cui la prof di italiano richiamò la mia attenzione sul programma scolastico 99/00. Lanciandomela in faccia. Ad ogni modo, non ne metterò dieci e non farò altri inviti, però se volete leggere un libro che sia rimasto nel mio ippocampo, leggetevi Baol di Stefano Benni. volevoessereunapizza scusa se ci ho messo un pezzo e se la risposta fa cagare, a mia difesa vorrei dire che ho dovuto aspettare le ferie per scorrere le notifiche.
Comunque, se Berlusconi ha ancora qualche ora di sevizio sociale disponibile, io ho tutte le camicie da stirare e ci sono 30°

rand();

Riflettendoci, le cose migliori della mia vita mi sono capitate per caso. Ma non sarebbero mai capitate “per caso” se non mi fossi spostato volontariamente in terre dove quei “per caso” sono più frequenti. Quindi sul lungo termine ne ho tratto questo insegnamento: se voi coltivare la terra e sei nato nel deserto ci sono due strade:
Piantare dei semi, innaffiare di continuo e prendertela con un inesistente dio ingiusto perché non piove, oppure muovere il culo e spostarti dove è più frequente che cada qualche goccia.
In tanti, rimasti nel deserto, sosterranno sempre che hai avuto culo ad avere tutta quella pioggia, e da un certo punto di vista è vero, ma tu saprai sempre che si tratta solo di una scusa.

Ci tenevo a farvi partecipi del mio ultimo magnifico acquisto.
Si nota che mi annoio ultimamente?

Anonimo ha chiesto: dove abiti adesso ?

Equitalia ha scoperto Tumblr?

Risponderò solo in presenza del mio avvocato.

Sa che oggi va un po così.

QWERTY

Ora, immagino che se state leggendo questo post sarete davanti a una tastiera, fisica o virtuale. Fermatevi e abbassate lo sguardo. Le vedete le lettere? Vi siete mai fermati a pensare a quanto vicine la “i” di “like” e la “o” di “love”? È come chi ha progettato questo schema avesse pensato:
“Voglio insegnare qualcosa. Voglio insegnare, a chi lo saprà leggere che prima o poi nella vita arrivano delle scelte semplici, come la prossima lettera da digitare, vicinissime come due tasti su una tastiera. Voglio far capire che in queste scelte, quello che conta non è la fatica di farle, ma lo sforzo di mantenerle. Che tra una “i” ed una “o” , in quei pochi millimetri, c’è lo spazio che separa due universi, e che solo il nostro coraggio può attraversarlo”
E insomma, magari non è così, ma mi piace pensarlo; credere che ogni giorno se trovassimo il coraggio, un balzo di pochi millimetri potrebbe cambiare le nostre esistenze, backspace permettendo.

Life today.

Life today.

carnaccia:

Allah è glande

Chapeau e anche un po chapel (Cit.)

Oh, capisco l’eccitazione ma ho tagliato una sim, non mi sono circonciso col coltello del pane.
Pagina successiva Something went wrong, try loading again? Loading more posts